Menu Menu

News dello studio

feb22

22/02/2018

Liquidazione periodica del IV° trimestre: invio entro il 28 febbraio

Entro il prossimo 28 febbraio i soggetti passivi Iva mensili e trimestrali “speciali” devono inviare i dati delle/a liquidazioni/e periodiche/a Iva dell’ultimo trimestre

feb22

22/02/2018

Saldo annuale Iva indipendente dai pagamenti periodici

Con l’anno 2017 si risolvono gran parte dei problemi che riguardavano le dichiarazioni annuali Iva al cui interno si contrapponevano risultati di liquidazioni periodiche Iva a debito (con

News

dic4

04/12/2018

Bilancio di previsione: lo schema di parere come utile strumento per il revisore

I revisori dei conti di Comuni, Province

dic10

10/12/2018

Italy implements EU Anti-Tax-Avoidance Directives. What are the new rules?

The Italian Government issued Legislative

dic10

10/12/2018

Legge di Bilancio 2019: le novità in materia di lavoro e pensioni

La legge di Bilancio 2019 si appresta

Bonus casa 2018: come risparmiare

07 febbraio 2018

Il nuovo assetto dei bonus edilizi è delineato della legge di Bilancio 2018, che, da un lato, ha confermato per un altro anno il bonus ristrutturazioni al 50% e il bonus mobili, e dall’altro ha profondamente innovato l’ecobonus. Tra le principali innovazioni le nuove percentuali agevolative differenziate a seconda della tipologia di intervento e l’estensione della possibilità di cessione del credito relativo all’ecobonus per facilitare la realizzazione degli interventi anche da parte di chi non ha le risorse finanziarie necessarie. All’esordio nel 2018 il nuovo bonus verde per i giardini e una maxi-detrazione per interventi di messa in sicurezza sismica finalizzati anche alla riqualificazione energetica. Come scegliere il bonus casa più conveniente?

Dalla proroga del bonus ristrutturazioni al 50% e del bonus mobili, fino al profondo restyling per l’ecobonus, oltre alle modifiche per il sismabonus e l’introduzione del nuovo bonus verde. Queste le principali innovazioni dettate dalla legge di Bilancio 2018 per i bonus edilizi.

 

Ecobonus

Dal 2018, per effetto della legge di Bilancio 2018, l’ecobonus è cambiato profondamente: l’aliquota non è più unica, pari al 65%, ma è differenziata a seconda della tipologia di intervento, arrivando a sei: 50, 65, 70, 75, 80 e 85%.

Si allarga di molto la possibilità di cedere il credito corrispondente alla detrazione spettante per gli interventi realizzati. Dal 2018, è possibile cedere il credito relativo all’ecobonus per i lavori eseguiti sia sulle singole unità immobiliari che sulle parti comuni condominiali.

Ciò permetterà di facilitare la realizzazione degli interventi anche da parte di chi non ha le risorse economiche sufficienti, che potrà monetizzare subito la detrazione anziché recuperarla in dichiarazione dei redditi durante il corso di 10 anni.

 

Sismabonus

Anche per il sismabonus, il 2018 è ricco di novità, con l’estensione dalla detrazione anche agli istituti autonomi per le case popolari(comunque denominati), agli enti aventi le stesse finalità sociali dei predetti istituti, istituiti nella forma di società che rispondono ai requisiti della legislazione europea in materia di in house providing e che siano costituiti e operanti alla data del 31 dicembre 2013, e alle cooperative di abitazione a proprietà indivisa per interventi realizzati su immobili dalle stesse posseduti e assegnati in godimento ai propri soci.

Dal 2018, inoltre, per interventi su parti comuni di edifici condominiali finalizzati congiuntamente alla riduzione del rischio sismico e alla riqualificazione energetica, è possibile fruire di una maxi-detrazione pari:

- all’80% della spesa ammessa, si i lavori determinano il passaggio a una classe di rischio sismico inferiore;

- all’85% della spesa ammessa, se i lavori determinano il passaggio a 2 classi di rischio sismico inferiori.

La detrazione deve essere ripartita in 10 quote annuali di pari importo e si applica su un ammontare delle spese non superiore a 136.000 euro moltiplicato per il numero delle unità immobiliari di ciascun edificio.

 

Bonus verde

Nel 2018 fa il suo ingresso nel panorama dei bonus edilizi, il nuovo bonus verde: si tratta di una detrazione IRPEF del 36% sulle spese sostenute nel 2018 per interventi di sistemazione a verde di aree scoperte private di edifici esistenti, unità immobiliari, pertinenze o recinzioni, impianti di irrigazione e realizzazione pozzi e per la realizzazione di coperture a verde e di giardini pensili.

 

Bonus alberghi

Novità anche per il bonus alberghi. Con la legge di bilancio 2018 il credito d'imposta per la riqualificazione delle strutture ricettive turistico alberghiere istituito dal D.L. n. 83/2014, già previsto per alberghi e agriturismi, viene esteso agli stabilimenti termali.

 

Bonus ristrutturazioni e bonus mobili

Chiudono il ventaglio dei bonus edilizi disponibili nel 2018, il bonus ristrutturazioni e il bonus mobili.

Il primo è stato prorogato dalla legge di Bilancio 2018 al 50% fino al 31 dicembre 2018, con un massimale di spesa di 96.000 euro per unità immobiliare.

Il secondo invece è confermato anche per gli acquisti effettuati entro fine dell’anno, purché collegati ad interventi di recupero edilizio iniziati dal 1° gennaio 2017.

Archivio news